Il Nhow di Milano, originalissimo e camaleontico hotel, è la sede perfetta per ospitare Wasteland, una esposizione collettiva di designer e artisti con una passione ed un sogno in comune: dare vita a materiali di scarto creando qualcosa di nuovo ed artistico.

Ci saranno anche le mie opere, in via Tortona 35 fino al 15 ottobre 2018, per sostenere l’importanza dell’upcycling, o riciclo creativo, sottolineato anche dalla curatrice della mostra, Elisabetta Scantamburlo, Art Director Nhow Milano.

Infatti, si parla molto di ecosostenibilità ma, per essere davvero impattante, deve coinvolgere tutti gli aspetti del vivere. Compresa la scelta di oggetti artistici e di design. Si producono sempre più beni di consumo e di conseguenza aumenta la quantità di materiali di scarto e dell’energia utilizzata per produrli e smaltirli. Ciò che vogliamo mostrare è come l’utilizzo di questi materiali nell’arte e nel design sia una scelta etica e sostenibile. E sempre più creativi scelgono questa strada.

Il risultato è un percorso in cui ammirare pezzi unici artistici e di design ed allo stesso tempo è un’occasione per riflettere su quanto materiale viene sprecato e quali sono le conseguenze per l’ambiente che, inevitabilmente, si ripercuotono su tutti noi.