Sabato 1 ottobre 2016 ho partecipato a un evento dedicato alla creatività del Made in Italy e alle sorprese che può riservare: “Ricreazione contemporanea”.

La manifestazione ha portato a Ponti sul Mincio, in provincia di Mantova, 50 espositori che rielaborano oggetti di uso quotidiano per trasformarli in oggetti inaspettati.

E la cornice che ci ha ospitato era anch’essa ricca di sorprese: Forte Ardietti è una struttura difensiva dell’Ottocento, costruita dall’esercito austro-ungarico. Ma le sue mura in pietra e i giardini che racchiudono sono perfettamente conservati, permettendo così di trasformare un antico edificio militare in uno spazio espositivo.

Nelle sue sale e cortili, artigiani, chef, designer e stilisti hanno dimostrato ad un pubblico curioso come rimanenze di produzione e oggetti insospettabili possono tornare a nuova vita, assumendo un aspetto e una funzione nuovi. Proprio come il Forte stesso, insomma.

Il tutto è stato condito e animato da sfilate, laboratori che hanno coinvolto direttamente i visitatori, visite al Forte e mostre. Il pubblico stesso ha perciò potuto diventare parte della creatività artigiana italiana che la manifestazione voleva far conoscere.